Preview Mood

L’Home Stager non va in vacanza

Fa della vacanza fonte di ispirazione.

Si parla ancora di b&b e durante la stagione estiva le occasioni di spostarsi per visitare luoghi anche vicini, per pochi giorni, sono numerose. Questa estate sono stata a Palermo ed ho alloggiato in un piccolo appartamento situato in un graziosissimo vicolo del centro città: muri in pietra ed una porticina ad arco che si apriva su una scala rivestita di maioliche. Una delizia.

Entrata dentro ho subito fatto il giro dell’appartamento con l’occhio critico che solo una home stager può avere e per la prima mezz’ora l’unico pensiero è stato: adesso ti sistemo io! Pensiero svanito dopo il primo giro tra gli street food della città.

Tutto questo per dirvi che sarebbe bello se i luoghi di ospitalità parlassero la stessa lingua del posto in cui si trovano, soprattutto se questo è così ricco di sapori, contaminazioni stilistiche e colori come Palermo, e che spesso si fa poca attenzione a quel dettaglio che può fare la differenza.

In quest’articolo vi propongo la mia fresca versione di un b&b a Palermo, ispirandomi per la palette colori ad una pianta che nella stagione estiva è stracarica di coloratissimi frutti e con la quale ci si può riempire gli occhi ad ogni angolo della Sicilia: il fico d’india.

fico-india

Basta poco per rendere fresco e accogliente un ambiente, basta svincolarsi dalla concezione che “più pieno è più bello” e lasciare che gli spazi si esprimano senza essere soffocati. Perché no, questo mood potrebbe essere riportato anche in una casa in città, di chi magari, come me, ha sempre nostalgia del mare.

A presto!

Vuoi diventare home stager? Scopri i nostri corsi!

Corsi di home staging a Milano

Corso Pro: Home staging per la microricettività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Francesca Talia

Ciao, sono Francesca, home stager e home stylist.

Da bambina a casa delle amiche più che dalle bambole ero affascinata dalla disposizione degli oggetti. Da poco più che adolescente iniziavo a studiare filosofia all'università con l'idea di scrivere, un giorno. Da "grande" mi occupo di interni e provo a condividere, scrivendo, questa passione che è diventata un lavoro, ed ho capito che i sogni, anche se credi di averli messi da parte, ti vengono a bussare.