Still Life_Karisma Home Staging

Lo still life nell’home staging

Lo still life nasce in pittura con il termine “natura morta”, esso era una raffigurazione pittorica di oggetti inanimati, come: frutta, verdura e/o oggetti.

Intorno al 1827, Nicephere Niépce dipinse “Tavola apparecchiata”, ecco il primo esempio di still life su tela; successivamente lo stesso termine e tecnica venne presa in prestito ed applicata nel campo fotografico. Essa può essere eseguita in studio (fotografico), ma anche in ambienti esterni; nell’home staging è una sorta di “racconto/riassunto” degli spazi domestici che vengono fotografati.

Nicephere Niépce "Tavola apparecchiata"

Importante ed indispensabile é la luce, deve essere diffusa per non creare ombre nette o riflessi poco gradevoli (soprattutto causa del flash corpo macchina).

Karisma Home Staging utilizza molto spesso gli still life nei suoi servizi fotografici perché, oltre a raccontare un ambiente fotografando solo un dettaglio, essi riescono a mantenere l’attenzione su tutto il servizio, senza annoiare, cosa che accadrebbe scorrendo dieci o più foto di soli ambienti, su siti di agenzie immobiliari.

Gli still life di Karisma Home Staging vogliono, inoltre, emozionare e suggestionare l’acquirente dell’immobile, puntando l’attenzione su uno o più oggetti in primo piano mantenendo l’intorno sfumato ma riconoscibile.

Da aggiungere, anche se non sembra, la fotografia still life é particolarmente difficile: non può essere solo un “compitino” eseguito magistralmente, ma ci vuole creatività ed interpretazione soggettiva da parte del fotografo insieme, come nel caso dell’home staging, alla stylist..

Sala da pranzo_Karisma Home Staging
Still life sala da pranzo_Karisma Home Staging

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *